martedì 21 aprile 2015

L'uomo albero

Tree man, (c) Daniel Courgeau
"Fra l’albero e l’essere umano esistono alcune analogie che è interessante approfondire. 
Iniziamo dalle radici: in lui, esse sono rappresentate dallo stomaco, dal ventre e dal sesso. L’uomo infatti è radicato alla terra tramite lo stomaco e l'intestino per nutrirsi, e tramite il sesso per riprodursi.
Il tronco dell’albero è rappresentato dai polmoni e dal cuore, che comandano i sistemi respiratorio e circolatorio. Nell’albero, lungo l'intero tronco, la corrente ascendente trasporta la linfa grezza sino alle foglie dove questa si trasforma, mentre la corrente discendente trasporta la linfa elaborata che nutre l’albero. Nell’uomo il sistema venoso trasporta fino ai polmoni il sangue viziato affinché si purifichi, e il sistema arterioso trasporta il sangue purificato attraverso tutto l’organismo per conservarne il vigore.
Infine, le foglie, i fiori e i frutti dell’albero corrispondono nell’uomo alla testa, che riceve le energie più sottili, quelle del sole spirituale: lo spirito. Chi risveglia lo spirito in sé, capta le energie divine e diventa capace di dare i migliori frutti."
(Omraam Mikhaël Aïvanhov)

domenica 19 aprile 2015

I Trionfi

Francesco Pesellino, 1450 circa,  Isabella Stewart Gardner Museum  (Boston)

Prima che le carte dei Tarocchi venissero chiamate con questo nome, in età Rinascimentale erano conosciuti col nome di Trionfi, il cui nome molto probabilmente deriva da un poema del Petrarca, "I Trionfi".

"I Trionfi sono un poemetto allegorico in volgare italiano in terzine scritto da Francesco Petrarca; si articola in sei capitoli, ciascuno dedicato ad una visione ottenuta dal poeta in sogno. È quindi presente una successione di sei trionfi: Amore, Pudicizia, Morte, Fama, Tempo ed Eternità. La redazione dell'opera iniziò nel 1351, terminando il 12 febbraio 1374, pochi mesi prima della morte dell'autore; il poemetto è infatti incompiuto.

L'opera analizza il percorso ideale dell'uomo dal peccato alla redenzione: questo tema è già radicato nella cultura medievale, essendo tipico di opere come il Roman de la Rose o addirittura la Divina Commedia. Petrarca si confronta direttamente con il poema dantesco, sia dal punto di vista strutturale (viene infatti adottata la terzina) che allegorico, con il tema del viaggio allegorico"
(Wikipedia)

In dettaglio i sei Trionfi sono:
  • Triumphus Cupidinis (Trionfo dell'Amore) 
  • Triumphus Pudicitie (Trionfo della Pudicizia)
  • Triumphus Mortis (Trionfo della Morte)
  • Triumphus Fame (Trionfo della Fama)
  • Triumphus Temporis (Trionfo del Tempo)
  • Triumphus Eternitatis (Trionfo dell'Eternità)
Proviamo adesso a collegarli ai Tarocchi:
  • Trionfo dell'Amore = arcano VI, l'innamorato
  • Trionfo della Pudicizia = non esiste un arcano corrispondente, forse l'arcano XIV, la Temperanza
  • Trionfo della Morte = arcano XIII, la Morte
  • Trionfo della Fama = arcano VII, il Carro (del trionfatore)
  • Trionfo del Tempo = potrebbe corrispondere all'arcano IX, l'Eremita, che in alcune carte è raffigurato con una clessidra in mano, o l'arcano X, la Ruota della Fortuna, che scandisce il ciclo dell'esistenza terrena
  • Trionfo dell'Eternità = arcano XXI, il Mondo ovvero il termine del percorso inizitico e il ricongiungimento con Dio
Fonti:
 - Wikipedia, I Trionfi