martedì 22 dicembre 2015

Kalpa, un giorno e una notte di Brahma


Brahma, il Creatore del Mondo secondo la religione Induista, crea e distrugge gli universi seguendo il ciclo di veglia e di sonno. Quando Brahma si sveglia, un nuovo universo si crea, e dura il tempo della veglia, e alla sera, al suo addormentarsi l'universo scompare, riassorbito nel sonno del dio. Quindi, al mattino, al suo risveglio, un nuovo universo viene creato.

Così si completa un ciclo di due kalpa, uno di veglia, in cui l'universo esiste, e uno di sonno, in cui non esiste nessun universo. Questa emanazione e contrazione ciclica dell'universo ha una forte analogia con il modello cosmologico dell'universo, oggi universalmente accettato, noto comunemente come teoria del Big Bang
Ma non è sono una analogia formale, ma, come vedremo ora, anche di numeri!

Secondo i testi sacri indiani, Brahma vive 100 anni (anni di Brahma ovviamente, non anni umani) e viene chiamato mahakalpa ("grande kalpa"), dopodichè il dio muore e rinasce.
Nella vita di Brahma ci sono 360 giorni (e non 365 come sappiamo, in quanto vengono considerati 12 mesi di 30 giorni ciascuno) e per ogni giorno 2 kalpa (il dì e la notte), quindi Brahma vive per:

360 x 2 x 100 = 72.000 kalpa

Dato che un kalpa equivale a 1.000 mahayuga, e ciascun mahayuga corrisponde a 12.000 anni di un essere celeste (ottenuti dalla somma della durata dei 4 yuga che compongono un mahayuga ovvero 4800 + 3600 + 2400 + 1200), avremo una durata della vita di Brahma pari a:

72.000 x 1000 x 12.000 = 864.000.000.000 anni di un essere celeste

Per tradurlo in anni terrestri, sempre dai testi indiani sappiano che 1:360 è il rapporto tra un anno degli esseri celesti e gli anni degli esseri umani (1 anno di un essere celeste corrisponde a 360 anni di un essere umano sulla Terra), come del resto 360 è la suddivisione in gradi di un cerchio.
Avremo quindi :

864.000.000.000 x 360 = 311.040.000.000.000 anni terrestri

Recenti misurazioni (dal satellite Plank) stimano l'età dell'universo (ovvero il tempo passato dall'inizio del Big Bang ad oggi) pari a 13,82 miliardi di anni. Se la durata dell'universo è 1 kalpa (un giorno di Brahma), sarà equivalente a :

1000 x 12.000 x 360 = 4.320.000.000 anni terrestri = 4.32 miliardi di anni, 

che non è proprio l'età dell'universo quanto l'età della Terra, stimata a 4,37 miliardi di anni : una differenza davvero minima!



Fonti:

Nessun commento:

Posta un commento